ALL’ASSAGGIO DI… NOTO

allassaggiodinoto
Terza puntata del nostro tour siciliano. Per poter girovagare liberamente tra il ragusano e il siracusano, ho scelto di fare base nella splendida Noto, che si trova in posizione abbastanza centrale tra le due provincie. Una cittadina conosciuta anche come “Giardino di pietra” per via dei suoi numerosi edifici in stile barocco realizzati con pietra calcarea, che le conferiscono un aspetto maestoso ed elegante.

IMG_0265

Cattedrale di Noto

IMG_0696
In effetti, tutte le città tardo barocche della Val di Noto vanno visitate stando sempre con la testa in su, per scorgere particolari sorprendenti come le mensole dei balconi decorate con sculture (figure grottesche, motivi vegetali etc.).

IMG_0274

Palazzo Nicolaci

IMG_0277

Palazzo Nicolaci


Dal punto di vista gastronomico, la Sicilia orientale offre un vero e proprio campionario di prelibatezze: dalla mandorla pizzuta di Avola al pistacchio di Bronte (con cui vengono realizzate fantastiche granite, dense e cremose), dalle enormi cipolle di Giarratana ai pomodori pachino, dalla pesca tabacchiera dell’Etna alla pesca giallona di Cassaro, per non parlare poi delle specialità ittiche…

IMG_0450

Cipolle di Giarratana

IMG_0441

Pesche tabacchiere dell’Etna

IMG_0302IMG_0307IMG_0299collage-campisiIMG_0301IMG_0574
A Noto ha sede il rinomato Caffè Sicilia, presso cui opera il famoso pasticcere Corrado Assenza; nel corso del mio soggiorno ho cercato di assaggiare il maggior numero di specialità possibili: gelato, granita, cassatina, tranci di torta…
Qualcosa mi è piaciuta di più (il gelato gusto Oro, cioè un mix di limone, mandorla e zafferano), qualcosa di meno.

IMG_0439

Gelato gusti Oro e Fior di spezie, Caffè Sicilia

IMG_0434

Tris degustazione granite: Limone, Gelsi neri, Amarene dell’Etna

IMG_0700

Granita di mandorla, Caffè Sicilia

IMG_0531

Cassatina, Caffè Sicilia

IMG_0532

Trancio ricotta e cannella, Caffè Sicilia


Ho apprezzato particolarmente la granita al mandarino della Dolceria Costanzo, sempre nel centro storico della città.

IMG_0528

Granite al pistacchio e al mandarino, Dolceria Costanzo


Per ciò che riguarda la ristorazione, le segnalazioni da fare sono due.
La prima è per la Trattoria Fontana d’Ercole, nel pieno centro di Noto. Una buona cucina, con piatti tipici siciliani ben realizzati e utilizzo di ingredienti di qualità, e con il non trascurabile vantaggio dei prezzi ragionevoli.

DSC04318

Antipasto di mare

DSC04319

Busiata alla Norma

DSC04323

Spaghetti con i ricci

DSC04325

Parfait di pistacchio

DSC04327

Mousse di ricotta con cioccolato e pistacchi


La seconda è per il Ristorante Crocifisso, che si trova invece nella parte più alta di Noto. Qui ho trovato piatti eccellenti e un servizio estremamente accurato a prezzi corretti.
Ho anche avuto modo di scoprire una birra artigianale siciliana, la Paul Bricius & Co. di Vittoria (Ragusa).
Io e mio marito abbiamo scelto di dividere un primo e un secondo, e ci sono stati portati impiattati già con metà porzione; è bene specificarlo, sia per sottolineare le attenzioni ricevute, sia per giustificare il quantitativo che si vede nelle foto, che altrimenti potrebbe sembrare esiguo.

DSC04392

Antipasto rustico

DSC04390

Arancino di melanzane su fonduta di Ragusano Dop

DSC04399

Spaghetti con i ricci (mezza porzione)

DSC04401

Tonno in crosta di pistacchi e sesamo (mezza porzione)

DSC04395

Birra artigianale Paul Bricius & Co.

DSC04403

Tortino caldo al pistacchio, gelato all’amaretto e pera cotta nel vino rosso

DSC04406

Tortino caldo al cioccolato su crema chantilly all’arancia


Per motivi sia gastronomici che non, suggerisco un’escursione a Marzamemi, un affascinante borgo marinaro conosciuto per la pesca e la lavorazione del tonno.

IMG_0537

Piazza Regina Margherita, Marzamemi


Lì ho mangiato la miglior cremolata mai provata in tutta la mia vita: quella di fichi, presso il Bar Cialoma nella piazza Regina Margherita. Ma anche gli altri gusti sono altrettanto succulenti: anguria, melone Paceco, pesca, ricotta, fichi d’india… Un trionfo di sapori!

IMG_05671

Cremolata di fichi, Bar Cialoma


Una piacevole sosta si può fare da Liccamuciula, una originalissima bottega che ospita “cose buone e cose belle di Sicilia” e che dispone anche di tavolini affacciati sulla piazza stessa.

IMG_0553

Liccamuciula, Marzamemi

IMG_0546

Liccamuciula


Ci si può limitare a starsene seduti lì a godersi l’incantevole location sorseggiando un aperitivo, o spiluccare qualcosa da mangiare, come nel mio caso. Ho preso un tagliere di formaggi e salumi misti, per provare un po’ di prodotti locali, e vi ho trovato cose deliziose come il piacentinu ennese, il formaggio di capra girgentana, il cacetto, il pecorino ragusano, il salame al pistacchio e il salame d’asino ragusano, serviti con cipolline, mostarda di frutta, gelatina di Nero d’Avola e pesto di pistacchi. Il tutto accompagnato da un’insalata di pomodori di Pachino; in abbinamento, un bianco siciliano: un Inzolia della casa vinicola Curto.

IMG_0743

Liccamuciula


Altre esplorazioni degne di nota nel siracusano sono quelle a Portopalo di Capo Passero (il comune più a sud della Sicilia, tanto per continuare la mia collezione di punti estremi dopo Capo Nord e Cabo da Roca), Cava Grande del Cassibile (visibile solo dall’alto in quanto al momento il sentiero d’accesso è chiuso al pubblico) e Palazzolo Acreide, della quale si può ammirare anche la zona archeologica che comprende il teatro dell’antica polis greca Akrai.

DSC04430

Cava Grande del Cassibile

IMG_0714-copia

Palazzolo Acreide


La città di Siracusa presenta una particolarità: si allunga nel mare con l’isola di Ortigia. Perciò, dopo la tappa obbligata al Parco Archeologico della Neapolis, è altrettanto imprescindibile una passeggiata fra le stradine di Ortigia.
Neanche a farlo apposta, una delle prime cose che si incontra appena attraversato il ponte di collegamento è il coloratissimo mercato!

collage-pesce

Mercato di Ortigia, Siracusa

collage-verdure

Mercato di Ortigia, Siracusa

collage-spezie

Mercato di Ortigia, Siracusa

IMG_0639

Mercato di Ortigia, Siracusa


Qui si trovano anche il Caseificio Borderi, dove ho assaggiato la provola di bufala al pistacchio, e la bottega dei Fratelli Burgio, che propone prodotti tipici siciliani.

collage-formaggi

Caseificio Borderi, Siracusa

DSC04384

Fratelli Burgio, Siracusa

IMG_0636

Fratelli Burgio, Siracusa


Un grazioso negozio scovato in via Cavour è Olive, che vende principalmente prodotti derivati dalle olive ma anche specialità alimentari.

IMG_0651

Olive, Siracusa

IMG_0653

Olive, Siracusa


Una volta giunti in piazza Duomo, si resta letteralmente senza fiato, rapiti dalla bellezza del luogo!

IMG_0658

Piazza Duomo, Siracusa


Si prosegue per arrivare alla Fonte Aretusa, e il giro di Siracusa può definirsi soddisfacente!

IMG_0685

Fonte Aretusa


Prossima tappa del nostro viaggio, Ragusa e dintorni.

Print Friendly

You may also like...

2 Responses

  1. Milady scrive:

    più che un commento non basterebbe un'altro post…tuttu meraviglioso e stupefacenti è!!!!

  2. Anonymous scrive:

    Brava Dany, hai saputo raccontare questo pezzo di Sicilia in maniera encomiabile…nicola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!