ASSAGGI DI CINEMA CAPITOLO 11

ClapperBoard_300
 

Che ci si trovi nella vecchia Europa, in Asia o in capo al mondo, il cibo è sempre parte fondamentale della vita. È condivisione di momenti e di stati d’animo con un amico, è mettere un po’ di sé nella preparazione di un piatto per una persona cara, è passione e creatività per chi ne ha fatto un lavoro, è evocazione di un ricordo in un boccone.
Godetevi questo percorso emozionale :-)
 

 
L’ALA O LA COSCIA?
Spassosa commedia che vede il re delle guide gastronomiche Duchemin (autore di una guida tutta rossa…) contrapposto al “Napoleone del fast-food” Tricatel, in una lotta per l’affermazione della supremazia della vera cucina francese tra travestimenti, spionaggio e ageusia (perdita di percezione del gusto).
Cibo e contrasti.
 
 

TAMPOPO
 
La vedova Tampopo gestisce la bottega di ramen Lai Lai con esiti fallimentari. Le capiterà in sorte un eterogeneo gruppetto di aiutanti che le farà reperire tutti i segreti per una zuppa perfetta, con spaghetti morbidi e condimenti saporiti (arrosto di maiale, germogli di soia e porro), da gustare rumorosamente come da tradizione. Alla storia principale si alternano inoltre tanti altri episodi che hanno il cibo come protagonista.
Cibo e solidarietà: la collaborazione fa scintille.

 
 
VOLVER
Raimunda si improvvisa ristoratrice per tirare a campare, mentre intorno a lei accade di tutto: sparizioni, riapparizioni, senza soluzione di continuità.
Cibo e scomparse.

 

PERCHÉ TE LO DICE MAMMA
Milly, titolare della ditta di catering Good Enuf To Eat, è una ragazza carina ma ha due ostacoli alla sua vita amorosa: è logorroica, ed ha per giunta una madre impicciona, che arriverà a mettere un annuncio sul web a sua insaputa per cercarle un fidanzato idoneo per i suoi standard. Il caso vorrà che Milly si troverà poi a destreggiarsi tra ben due spasimanti, e sarà proprio la riuscita o meno di un soufflé al cioccolato a farle capire quale scegliere tra i due.
Cibo rivelatore.

 
 
KUNG FU PANDA
Il maldestro panda Po è un orfano cresciuto dall’oca Mr. Ping, che gestisce un ristorante. Nonostante il desiderio paterno di fargli proseguire la tradizione familiare, e a dispetto di un fisico non propriamente atletico e di un appetito voracissimo (è ghiotto di noodles e ravioli al vapore), Po riuscirà a diventare un eroe del kung fu.
Cibo e pandemonio.

 
 
TERRA MADRE
Documentario italiano del regista Ermanno Olmi; un montaggio di interventi di Carlo Petrini ed altri protagonisti di Slow Food e della rete delle comunità del cibo Terra Madre sulla salvaguardia delle produzioni locali.
Cibo in armonia con la natura.

 
 

I GIORNI DELLA VENDEMMIA
Annata 1984 – L’adolescente Elia, cresciuto nella campagna emiliana con madre ultracattolica e padre comunista, vive i suoi primi turbamenti amorosi a causa della bella Emilia, andata ad aiutare la famiglia di lui per la vendemmia. Timidi baci tra i filari, sigarette e qualche birra, poi il ritorno fugace del fratello girovago Samuele, e infine la vita che continua.
Grappoli e amori.

 
 

PERFECT SENSE
Michael è uno chef un po’ bastardo con le donne, Susan è un’epidemiologa con un passato di disturbi alimentari. Il loro incontro e la loro storia, in una livida Glasgow, coincideranno con una misteriosa epidemia mondiale che porterà alla progressiva perdita dei sensi: l’olfatto, il gusto, l’udito e la vista. Ma, nonostante la scomparsa di ricordi ed emozioni, ciò che conta, alla fine, è andare avanti: concentrarsi sulle cose importanti, e non solo su ciò che garantisce la sussistenza come “grasso e farina”.
Il cibo non è solo sopravvivenza: è memoria, è stare insieme, è immaginazione.

 
 

EL BULLI – COOKING IN PROGRESS  
Documentario sulle prove e le sperimentazioni nel laboratorio gastronomico del ristorante spagnolo elBulli dello chef Ferran Adrià. Ricerca meticolosa, nuove tecniche, infiniti assaggi, lavoro di squadra, costruzione di un menu, e infine le istruzioni impartite all’intero staff del locale affinché tutto proceda in modo assolutamente perfetto.
Il ristorante ha chiuso nel 2011 ed è stato convertito nella elBulli Foundation.
Cibo e avanguardia.

 
 

SOMETHING GOOD
Il cibo visto in una prospettiva diversa e terrificante, quella del traffico su scala mondiale di alimenti adulterati. Un atto di denuncia, di produzione italiana (liberamente ispirato al libro “Mi fido di te” di Francesco Abate e Massimo Carlotto) ma girato a Hong Kong. Un tentativo discreto (seppur con qualche imperfezione narrativa) di puntare l’attenzione su un tema attuale e scottante.
Quando il cibo è marcio…
 
 

LUNCHBOX
Di come un cestino portapranzo recapitato per errore a Mumbai possa diventare un delicato veicolo di lettere, dialoghi ed emozioni tra due sconosciuti. La cucina amorevole della giovane moglie ferita Ila riesce a sciogliere il disilluso Sajaan, maturo vedovo in procinto di andare in pensione. Il loro rapporto epistolare porterà a dei cambiamenti… o invece no?
“La strada del cuore è attraverso lo stomaco”.

 
 
 

Locandine da web
 

Salva

Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!