ASSAGGI DI CINEMA – IL RITORNO

ClapperBoard_300

Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata a Cinema & Gastronomia, con una raccolta di titoli internazionali. E non finisce qui… 😉

 

 
LA FINESTRA DI FRONTE
L’incontro con un anziano smemorato, che si scoprirà essere un esperto maestro dolciere, spingerà l’insoddisfatta moglie e madre Giovanna a seguire le sue aspirazioni e a diventare pasticcera.
Cibo come realizzazione di sé.



TUTTE LE DONNE DELLA MIA VITA
Il cuoco seduttore Davide ripercorre le tappe della sua vita attraverso il ricordo delle donne che ha amato. L’unico vero amore è però la giornalista che lo rende padre.
Donne e cibo: un’accoppiata da gustare.



COSÌ MANGIAVAMO
Cinquant’anni di storia italiana fra tavola e costume. Tratto dall’omonimo libro di Stefania Aphel Barzini, un documentario che – attraverso l’osservazione delle abitudini culinarie degli italiani nel corso dei decenni – illustra le trasformazioni e i mutamenti sociali, politici e di stile di vita del nostro Paese.
Cibo come specchio dei tempi.



SLOW FOOD STORY
La storia del movimento internazionale Slow Food, fondato nel 1989 da Carlo Petrini.
La filosofia del cibo buono, pulito e giusto.



GRAZIE PER LA CIOCCOLATA
Mika, presidente dell’azienda svizzera di cioccolato Muller, dietro le premure per il marito pianista e per il figliastro nasconde segreti tutt’altro che dolci…
Il cioccolato come “copertura” di scopi reconditi.


ENTRE LES BRAS
Film documentario su vita e lavoro dello chef francese Michel Bras e del figlio-partner Sébastien, titolari del ristorante tristellato Bras a Laguiole, sull’altopiano dell’Aubrac. La spesa al mercato, la pesca, la vita coi figli, lo scorrere delle stagioni… Interessante osservare la genesi di un piatto – un percorso dal salato al dolce – che riporta a ricordi dell’infanzia.
Il cibo dietro le quinte.



LA CUOCA DEL PRESIDENTE
Liberamente ispirato alla vera storia della cuoca addetta ai pasti privati del presidente Mitterand, “I Sapori del Palazzo” – questo il titolo originale – è un elogio della cucina francese (“Mi dia il meglio della Francia” è la richiesta del leader transalpino), tra tartufi, burro e foie gras. L’ostracismo di colleghi, dietologi e contabili spingeranno la cuisinière Hortense ad abbandonare l’incarico, nonostante il forte legame stabilitosi con il Presidente, e ad intraprendere nuove avventure. 
Il cibo racconta un Paese.



PAULETTE
L’anziana vedova Paulette, ex ristoratrice e “politicamente scorretta”, non riuscendo a sbarcare il lunario con la sua misera pensione decide di arrotondare le sue entrate improvvisandosi pusher di cannabis. Forte della sua filosofia secondo la quale “Variare il menu fa allargare la clientela”, inizia a sfornare dolcetti afgani e madeleines da sballo nelle vesti di Nonna Spinello. Disavventure a quintali, ma il finale è allegro. 
Quando il cibo è stupefacente!



IN CUCINA NIENTE REGOLE
Commedia dagli esiti prevedibili in cui si mescolano cucina e sentimenti. Uno chef vedovo troverà nuovo amore e nuova ispirazione in una critica enogastronomica. Nota di costume: si segnala l’apparizione del famoso chef inglese Gordon Ramsay nei panni di se stesso.
Cibo tra finzione e realtà.



WALLACE & GROMIT – LA MALEDIZIONE DEL CONIGLIO MANNARO
Primo lungometraggio dedicato all’inglese Wallace e al suo cane Gromit, già protagonisti di quattro premiatissimi cortometraggi.
Il tema centrale del film è il Concorso di Verdura Gigante, competizione che premia il vegetale più grosso. Gli orticoltori dovranno quindi difendere i loro preziosi ortaggi da roditori e altri attacchi…
L’intera serie (realizzata con la tecnica di animazione stop motion) è piena di riferimenti gastronomici: i due sono appassionati di tè, golosi di formaggio (tanto da andare a farne scorta sulla luna, in “Una fantastica gita”), e tra le numerose attività che intraprendono c’è anche quella di panettieri artigianali (in “A Matter of Loaf and Death”).
Cibo in versione british toon.

 
 

Locandine da web 

Puntate precedenti:
Un assaggio di cinema
Altri assaggi di cinema
Ancora assaggi di cinema!

Salva

Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!