CAPODANNO AL SUD


Apriamo un nuovo anno di incursioni alla grande, con il racconto del nostro cenone stellato di San Silvestro.

Eh sì, stellato. Perché, dopo aver spulciato un po’ di proposte in giro, abbiamo deliberato per Sud, il ristorante flegreo premiato dalla Guida Michelin gestito dalla coppia di soci Marianna Vitale (ai fornelli) e Pino Esposito (in sala).

A far pendere l’ago della bilancia, un menu essenziale e non “di circostanza” composto in gran parte da piatti collaudati e presenti nella carta ordinaria, e, in secondo luogo, un costo non da svenamento.

Ad accoglierci in una serata gelida ai limiti del polare, una sala festosa, i cui tanti elementi d’arredo giocosi e cartooneggianti che la caratterizzano abitualmente sono stati arricchiti da decorazioni, simboli e accessori a tema, come numeri della tombola, cappellini luccicanti, trombette e stelle filanti posti su ogni tavolo.
 
IMG_5472IMG_5473IMG_5475IMG_5477
Il via alle danze è stato dato da cinque piccole porzioni formanti il benvenuto “Mar Mediterraneo: essenza, azzurro, profumo, onda e sale”: Zeppolina di baccalà con crema di lattuga; Calamaretta ripiena di ricotta con polvere di olive nere; Tartufo di mare con pianta shiso e granita di Mojito; Cannolicchi sfumati al sakè con crudo di cavolfiore; Cipolla arrostita con acciughe del Cantabrico e melograno.

Un ensamble succulento di sapori marini, con punte notevoli raggiunte dal mollusco con la granita, dall’idea brillante del cavolfiore crudo a donare freschezza e croccantezza ai profumati cannolicchi, e dall’accostamento dolce-salato-aspro della cipolla con le acciughe e il melograno.

IMG_5480bis

“Mar Mediterraneo”: essenza, azzurro, profumo, onda e sale

IMG_5484

Zeppolina di baccalà con crema di lattuga

IMG_5482

Calamaretta ripiena di ricotta con polvere di olive nere

IMG_5487

Tartufo di mare con pianta shiso e granita di Mojito

IMG_5480

Cannolicchi sfumati al sakè con crudo di cavolfiore

IMG_5481

Cipolla arrostita con acciughe del Cantabrico e melograno


La bella partenza della cena è stata confermata dalla portata successiva, Gamberi, guacamole e riccio di mare.
Un piatto dalla accentuata dolcezza, conferita anche dalla crema di pomodoro giallo e dai broccoli, con una nota rinfrescante di cetriolo.

IMG_5490

Gamberi, guacamole e riccio di mare


L’indice di gradimento ha avuto un’impennata con la vera star della serata, la tanto attesa Impepata 2015.
Un piatto che aveva riscosso un successo travolgente nel corso dell’anno, nella versione con l’ormai mitico “mischiato delicato” del Pastificio dei Campi di Gragnano, e che è stato invece qui proposto con gli spaghetti.
Una spiccata sensazione volutamente tendente verso l’acido, con succo di limone a pioggia per ricordare la classica impepata di cozze partenopea, e una parte cremosa donata dai peperoni arrostiti frullati. Ovviamente, pepe a profusione.
Un piatto di rara energia, difficile da dimenticare, che noi abbiamo amato molto.
Non abbiamo purtroppo assaggiato la versione originale, ma dalle foto viste ci è sembrato che l’abbinamento con la pasta mista fosse ancora più efficace, un insieme più “legato”.

IMG_54991

“L’impepata 2015”


Altrettanto memorabile il Risotto triglia e mandarino.
Un accostamento già proposto dalla chef con i tubetti, ma che a noi è sembrato perfetto con il riso.
Aromatico, col gusto della triglia ben presente ed egregiamente esaltato dagli oli essenziali agrumati della buccia di mandarino.

IMG_5505

Risotto triglia e mandarino


Una zuppa di pesce fredda racchiudente il meglio che il mare possa offrire ha concluso degnamente la pentalogia ittica ideata per l’occasione.

IMG_5510

La zuppa di pesce


Nel cenone di San Silvestro non potevano mancare lenticchie e cotechino, naturalmente con un tocco raffinato.

IMG_5515

Lenticchie e cotechino


E così, mangiando mangiando, siamo arrivati quasi all’ora X!

I solerti operatori di sala hanno rifornito tutti gli ospiti di artiglieria pesante (pistolette e bottigline caricate a coriandoli), e quindi la mezzanotte è stata accompagnata da un’esplosione di fuochi e di colori, oltre che dal trenino della brigata di cucina capeggiato dalla chef.

IMG_5516
Marianna Vitale

Marianna Vitale


Ultimi sprazzi di festeggiamento sbocconcellando i dolci natalizi: panettone artigianale, struffoli, roccocò e le crostatine meringate della casa con cioccolato fondente e cuore di marmellata d’arancia.

IMG_5521

Dolci natalizi


Insomma, un inizio d’anno scoppiettante, con il nostro primo “buon proposito” del 2015: quello di ritornare da Sud appena possibile per gustare le nuove proposte di Marianna Vitale.

IMG_5471
 
Sud Ristorante
Via Santi Pietro e Paolo, 8 – Quarto, Napoli
tel. 081/0202708
1 Stella Michelin
 
La nostra precedente visita da Sud: http://allassaggio.it/sud-ristorante/
Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!