GUSTO ESTATICO A LA GARÇONNE

Gusto Estatico
È uno spazio dedicato al tempo libero nel bel mezzo del salotto buono della città di Napoli, che funge sia da discoteca e luogo di intrattenimento musicale sia da ristorante.

La Garçonne Restaurant & Music mutua il suo nome dal titolo del romanzo del 1922 di Victor Margueritte, La Garçonne appunto, che sta ad indicare la donna emancipata degli anni Venti.

IMG_3438IMG_3436
Divanetti in pelle nera, luci soffuse, un angolo bar ben fornito, fino a poco tempo fa il locale diretto da Antonio Salmieri era improntato prevalentemente sulla musica live, gli eventi e le serate sul dance floor, ma da circa un mese ha deciso di dare maggior risalto all’aspetto ristorativo, avvalendosi della collaborazione dello chef Eduardo Estatico.

IMG_3445

Eduardo Estatico


Da tre stagioni ai comandi del ristorante JKitchen dell’hotel J.K. Place di Capri (la nostra visita qui), durante questo periodo di chiusura invernale dell’albergo Estatico sarà impegnato personalmente ai fornelli della struttura partenopea, per dare un’impronta alla cucina e per formare la brigata, e cedere successivamente le redini al collega Massimo Ibisco, con il quale aveva già lavorato in passato.

IMG_3446

Massimo Ibisco e Eduardo Estatico


La serata “Gusto Estatico” di giovedì 17 dicembre, realizzata con il contributo della giornalista enogastronomica Laura Gambacorta, ha dato ufficialmente il via a questo nuovo corso.

IMG_3506

Laura Gambacorta e Eduardo Estatico


Estatico ha mostrato chiaramente il nuovo indirizzo fin dal pane, rigorosamente preparato in loco in tre tipologie (bianco, integrale e di semola), e dall’entrée, Gambero bianco, melone di Natale e brodo di prosciutto.
Un consommé delizioso, volutamente non chiarificato, nel quale il gambero gobbetto si sposa a meraviglia con i tocchetti di melone invernale.

IMG_3450

Gambero bianco, melone di Natale e brodo di prosciutto


Apprezzatissimo dai commensali il Baccalà al vapore, cipolla arrostita e radicchio di Treviso al Lacryma Christi del Vesuvio, dall’ottimo contrasto tra la crema di cipolla dolce, l’amaro del radicchio e il vino rosso.

IMG_3463

Baccalà al vapore, cipolla arrostita e radicchio di Treviso al Lacryma Christi del Vesuvio


Come primo, Ravioli, scampi, arancia ed alloro.
Un sorprendente piatto di pasta fresca ripiena di scampi, guarnita con salsa americana (un fondo di cottura preparato con gusci di crostacei e aromi), aria d’alloro a dare freschezza e note amare, e una salsa d’arancia particolarmente intensa per sgrassare il palato.

IMG_3492

Ravioli, scampi, arancia ed alloro


Il menu a tutto mare è proseguito con il secondo, Triglia di scoglio, carciofo ed Aperol.
La triglia in crosta di pane subisce cottura brevissima affinché la carne non venga rovinata; la salsa di Aperol dà uno stacco alla dolcezza del pesce.

IMG_3502

Triglia di scoglio, carciofo ed Aperol


Come predessert, Cremolata di mela e zenzero, dal gusto piacevolmente piccante.

IMG_3514

Cremolata di mela e zenzero


Per concludere, un dessert diventato un classico della cucina di Estatico, “Tommasino Cupiello: Voglio ‘a zupp ‘e latte”.
Tributo all’indimenticabile commedia Natale in casa Cupiello (quest’anno ancora più accorato, vista la recentissima scomparsa di Luca De Filippo, figlio dell’autore Eduardo De Filippo e celeberrimo interprete del personaggio di Tommasino Cupiello), è un dolce della memoria, che richiama le colazioni di una volta a base di biscotti, latte e caffè.
Un piatto che viene completato in tavola dal caffè versato direttamente dalla cuccuma.

IMG_3518IMG_3521

IMG_3523

“Tommasino Cupiello: Voglio ‘a zupp ‘e latte”


In abbinamento ai piatti della serata, i vini dell’azienda vesuviana Sorrentino (di cui abbiamo parlato qui): DòRè Lacryma Christi del Vesuvio Spumante DOC 2013 (da uve Coda di Volpe e Falanghina); Falanghina Pompeiano IGT Prodivi 2014; Vigna Lapillo Lacryma Christi del Vesuvio rosato DOC 2014 (da uve Piedirosso e Aglianico) e Passito IGT Pompeiano 2013 (da uve Falanghina e Coda di Volpe).

IMG_3488

Maria Paola Sorrentino (Azienda Vinicola Sorrentino), Laura Gambacorta e Antonio Salmieri

IMG_3453
La cucina di Estatico è “intrigante con guizzo”, secondo la definizione dello chef stesso. Il menu de La Garçonne sarà contenuto, creativo e di qualità, con piatti sia di terra che di mare.

Vale la pena ricordare che il locale è convenzionato con due parcheggi nei dintorni, il Garage Morelli e il Gran Garage di Cappella Vecchia.

Può essere utile sapere inoltre che qui è in programma la cena di San Silvestro, sempre a cura dello chef Eduardo Estatico; il menu al link https://www.facebook.com/events/168205550199508/.

Un’idea per iniziare bene il 2016.


La Garçonne Restaurant & Music
Vico Santa Maria a Cappella Vecchia, 9 – Napoli
tel. 081/7643826
https://www.facebook.com/lagarconne/
Aperto solo di sera, chiuso il lunedì

Azienda Vinicola Sorrentino
Via Casciello, 5 – Boscotrecase, Napoli
tel. 081/8584963
www.sorrentinovini.com


Aggiornamento: La Garçonne ha chiuso a settembre 2016.
Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!