IN IRPINIA TRA SCUOLE DI CUCINA E TRATTORIE

 
Ha inaugurato sabato 14 giugno Cena – acronimo di “Campus Enogastronomico Nusco Avellino” – ovvero la scuola culinaria fortemente voluta dallo chef irpino Antonio Pisaniello.

IMG_2121

Il centro ha sede in un ex Convento nel cuore di Nusco, bellissimo borgo nell’avellinese a quasi mille metri sul livello del mare, e si propone di offrire corsi professionali di alta formazione in Cucina Italiana di Territorio e corsi “enthusiast” per amatori, nonché di fornire un fattore di attrazione e un’occasione di crescita per il territorio.

IMG_2212

Veduta di Nusco


Alla giornata di apertura hanno partecipato i realizzatori del progetto, le autorità locali e tantissimi amici del settore della ristorazione venuti a dare il proprio sostegno, tra i quali spiccava Alfonso Iaccarino, patròn del mitico Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi nella penisola sorrentina.

IMG_2156

Antonio Pisaniello e la moglie Jenny Auriemma

IMG_2179

Il taglio del nastro

IMG_2202

Alfonso Iaccarino

IMG_2167
Antonio Pisaniello è titolare del ristorante La Locanda di Bu a Nusco (insignito di una stella Michelin e in corso di trasferimento), della Tenuta Campi di Filippo e della trattoria Il Gastronomo-Trattovia a Montemarano. Ed è proprio in quest’ultima che siamo andati a cenare, dopo qualche assaggio al buffet della scuola. Un locale “budget friendly” (come direbbe la mia amica Karen Phillips), la cui accoglienza in sala è curata da Francesco, fratello dello chef Pisaniello.

 
Il menu propone piatti che traggono spunto dalla tradizione contadina, con ingredienti provenienti da quella “miniera a cielo aperto” che è l’Irpinia e addirittura ortaggi, farine e legumi derivanti dall’Azienda Agricola di famiglia “Campi di Filippo”. In cucina, lo chef Felice Gaglione (allievo di Antonio Pisaniello).

IMG_2255

Felice Gaglione e Francesco Pisaniello


Dopo il gustoso Benvenuto con bruschette al pomodoro e al tartufo e l’assaggio della Focaccia con cipolle, l’Antipasto del Gastronomo basterebbe già da solo a sfamare un reggimento: nodini di fiordilatte; prosciutto crudo; insalatina con rucola, formaggio e funghi; porcini fritti; purè di patate ai funghi; minestra di scarole e fagioli con polenta al forno; cardoncelli alla pizzaiola.

IMG_2216

Focaccia con cipolle

IMG_2219

Antipasto del Gastronomo

IMG_2224

Antipasto del Gastronomo – Minestra di scarole e fagioli con polenta

IMG_2227

Antipasto del Gastronomo – Purè di patate ai funghi

IMG_2229

Antipasto del Gastronomo – Cardoncelli alla pizzaiola


Tra i primi piatti emergono le paste fatte a mano al momento, preparate con grano tenero dei “Campi di Filippo”; la Maccaronara al ragù alla quale vengono aggiunte scaglie di cacioricotta di Montella ha la saporosità della cucina casareccia e la succulenza che deriva da mani esperte!

IMG_2241

Maccaronara al ragù

IMG_2243

Paccheri di Gragnano con asparagi e guanciale croccante


I secondi piatti sono a base di carne (su prenotazione, si cucina anche pesce); i dolci sono di buona fattura.

IMG_2247

Mousse al limone con salsa pere e vaniglia

IMG_2251

Millefoglie alla crema pasticcera con amarene


Un viaggio nella verde Irpinia che vale la pena fare.
 
 
Cena – Culinary School of Italy
Via Stigmatine, 1 – Nusco, Avellino
tel. 0827/64644
 
Il Gastronomo – Trattovia
S.S. 164 Località Ponteromito – Montemarano, Avellino
tel. 0827/67009


Aggiornamento: Cena ha chiuso ad agosto 2016. 
Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!