LORO… DI NAPOLI ALLA PIZZERIA MARIA MARÌ

Locandina


Vincenzo Sannino
è pizzaiolo per amore. L’incontro che ha cambiato la sua vita professionale e sentimentale, quello con la bella pizzaiola Maria che lo ha iniziato all’arte bianca, risale al 1974.
Quarantuno anni, un matrimonio e quattro figli dopo, sono ancora uniti, e portano avanti la loro pizzeria a Giugliano, nell’hinterland partenopeo.
Maria Marì è un inno alla passione totale. Passione per la famiglia, per un lavoro dalle antiche radici, per un prodotto che rappresenta una città intera.

Valori che accomunano Sannino a un altro grandissimo maestro della pizza napoletana, nonché inossidabile istituzione tra i pizzaioli napoletani: Antonio Starita.
I due, che avevano già duettato un anno fa in occasione di un incontro organizzato dall’Associazione Verace Pizza Napoletana (articolo qui) hanno fortemente voluto bissare in nome di un’amicizia e di un comune rispetto per l’artigianalità, in una serata rappresentativa della napoletanità più sana e autentica, presentata dalla giornalista Laura Gambacorta e arricchita dalla presenza di una signora di spicco dell’enogastronomia campana, la maestra gelatiera Pina Molitierno di Vanilla Ice.

IMG_9737

Laura Gambacorta, Pina Molitierno, Vincenzo Sannino, Antonio Starita e Antonio Pace


Un menu generosissimo, come sempre in casa Sannino.
Partenza con i “cuoppi” di fritturine tradizionali (arancini, crocchè e frittatine di pasta) e di alici fritte, dopo i quali il sorbetto di limone e basilico è risultato ideale per detergere il palato.

collage fritti

I fritti e il sorbetto al limone e basilico


Ancora fritti a seguire, le pizze farcite con cicoli e ricotta.
Gonfie, asciutte, praticamente perfette. Un vero banco di prova per un pizzaiolo, come ha sottolineato il presidente AVPN Antonio Pace, ospite della cena.
Il secondo sorbetto, quello di bergamotto e menta, ha riscosso l’unanime consenso della sala: fresco, aromatico, atipico e indovinatissimo.
Del resto, la sapienza della chef glacier casertana in preparazioni anche più ardite è cosa nota.

collage pizze fritte

Le pizze fritte farcite con cicoli e ricotta


Le pizze dall’impasto impeccabile eseguite dai maestri non hanno affatto deluso le aspettative, tutt’altro: Margherita Dop e Pizza con burrata e peperoncini verdi (una ricetta della signora Maria, preparata in due versioni diverse; la mia preferita, quella con tutti i condimenti messi a freddo sul disco, fuori dal forno) sono state letteralmente prese d’assalto.
Ed io, naturalmente, non mi sono sottratta alla carica!

IMG_9761

Vincenzo Sannino e Antonio Starita al lavoro

IMG_9756

Vincenzo Sannino e Antonio Starita

IMG_9773

Margherita Dop

IMG_9784

Pizza con burrata e peperoncini verdi


Questa sequenza di bontà è stata conclusa alla grande con due ottimi tartufi: il Tartufo di Pizzo Igp (specialità calabrese a base di gelato alla nocciola, cioccolato e cacao amaro) e il Tartufo nocciola e caffè, serviti con ganache al cioccolato e crema inglese aromatizzata al liquore Guappa di Antica Distilleria Petrone.

IMG_9805

Tartufo nocciola e caffè e Tartufo di Pizzo Igp


Una serata in semplicità, confortevole come una coperta di lana sul divano nei freddi pomeriggi invernali. Di quelle dove il calore è un bonus già compreso nel prezzo.


Maria Marì

Via Aviere Mario Pirozzi, 59 – Giugliano in Campania, Napoli
tel. 081/5064205

Starita
Via Materdei, 27/28 – Napoli
tel. 081/5441485
www.pizzeriastarita.it

Vanilla Ice
Corso Trieste, 147 – Caserta
tel. 0823/1971179
www.vanillaice.it

 

Le nostre precedenti visite alla Pizzeria Maria Marì:

Guida al nuovo assetto delle pizzerie di Napoli e dintorni

Pizzafestival Avpn – Eventi e Premiazioni

 

Qui parliamo della gelateria Vanilla Ice e qui della pizzeria Starita

 

Aggiornamento: La gelateria Vanilla Ice ha traslocato in Via Caprio Maddaloni 134 a Caserta a marzo 2016.

Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!