MORSI & RIMORSI, NUOVO MENU IN COLLABORAZIONE CON ALFONSO CAPUTO

logo Morsi & Rimorsi
Il primo incontro tra il ristorante Morsi & Rimorsi di Caserta e lo chef Alfonso Caputo (patron della Taverna del Capitano, una stella Michelin) era andato in scena a marzo 2015, e lo avevamo documentato qui.

A distanza di poco più di un anno e mezzo, lo chef della penisola sorrentina è tornato sul luogo del delitto e ha praticamente deciso di rimanervi in pianta stabile nei panni di consulente. A dicembre 2016 ha firmato il menu invernale, mentre il 23 febbraio 2017 è stato protagonista di una serata-evento a quattro mani con il sushiman Ignacio Ito.

IMG_1330

Alfonso Caputo


Sabato 25 febbraio è stato presentato alla stampa il nuovo menu “Aspettando la primavera” del locale casertano, realizzato, appunto, in collaborazione con Caputo. Un menu di passaggio, visto che le stagioni non si sono ancora avvicendate, ma che consente di individuare il percorso intrapreso da Morsi & Rimorsi.

IMG_1273
Il punto focale è sempre la qualità, a prezzi comunque equi in relazione all’offerta. I due menu degustazione di terra e di mare costano rispettivamente 30 e 35 euro. Non mancano le specialità del giorno, in base alla disponibilità del pescato.
I prodotti e i produttori, selezionati con la massima cura, sono indicati minuziosamente sulla carta; tante eccellenze territoriali e numerosi presìdi Slow Food.

Al comando dei fornelli c’è il venticinquenne Fabio La Montagna, capo di una brigata giovanissima sia in sala che in cucina (l’età media è 22 anni!).

IMG_1323

Fabio La Montagna


I piatti sono caratterizzati da accostamenti insoliti, forme e colori particolari, giochi di sapori e temperature.

Il pranzo stampa ha fornito una panoramica esaustiva delle varie proposte.

IMG_1275IMG_1278IMG_1318
Partenza intrigante con un benvenuto giocato sui contrasti cromatici, Triglia cotta al vapore, chips di patate viola e salsa al prezzemolo.

IMG_1279

Triglia cotta al vapore, chips viola e salsa al prezzemolo


Una vera sorpresa il Fagottino di verza con gamberi, pancetta di maiale nero casertano e crema di zucca. Il contenuto prezioso nobilita l’ortaggio, mentre un crumble di pane all’aglio apporta croccantezza.

IMG_1293

Fagottino di verza con gamberi, pancetta di maiale nero casertano e crema di zucca


Tecnicamente perfetta la Coscia di pollo impanata e fritta con caponata di melanzane e pomodoro: panatura croccante all’esterno e carne umida nella parte centrale, un contorno di verdure sugose a bilanciare l’insieme, polvere di salvia e paprika posta ai lati del piatto a completare il boccone.

IMG_1304

Coscia di pollo impanata e fritta con caponata di melanzane e pomodoro


Pasta di Gragnano e due presìdi Slow Food nel primo Rigatoni con alici fresche, cacioricotta del Cilento, capperi, olive di Caiazzo e asparagi.

IMG_1339

Rigatoni con alici fresche, cacioricotta del Cilento, capperi, olive di Caiazzo e asparagi


Solo apparentemente semplici gli Spaghetti alla chitarra con crema di carciofi, salsiccia e blu di bufala. La pasta fresca, saltata con una crema di carciofi invisibile all’occhio, trae cremosità e gusto dall’erborinato e dall’insaccato, mentre i carciofi fritti sulla sommità sono la vera chicca.

IMG_1350

Spaghetti alla chitarra con crema di carciofi, salsiccia e blu di bufala


Il Cartoccio di baccalà islandese con patate, olio, limone, prezzemolo e finocchio riesce nell’impresa di rendere fresco e agrumato un pesce altrimenti molto sapido.

cartoccio

Cartoccio di baccalà islandese con patate, olio, limone, prezzemolo e finocchio fresco


Perfetto l’abbinamento con Catarratto Porta del Vento, dalle spiccate note iodate.

IMG_1367
Inconsueto il Coniglio disossato cotto a bassa temperatura con cipolla bianca, olive, capperi e rosmarino. La cipolla, presente in tre cotture diverse (in agrodolce, caramellata e bollita), dona alla carne di cortile un gusto unico.

IMG_1374

Coniglio disossato cotto a bassa temperatura con cipolla bianca, olive, capperi e rosmarino


Finale col botto, i Ravioli di cioccolato fondente e salsa alla vaniglia Bourbon.
Se è già poco usuale vedere una pasta servita a mo’ di dessert, lo è ancor di più un ripieno non-liquido: come farcia, non una ganache ma del cioccolato fondente fuso a freddo, dalla consistenza semi-solida.
Alfonso Caputo ha attribuito la sua scelta di questo dolce conclusivo a motivazioni climatiche: le temperature del periodo sono ancora fredde, c’è ancora tempo prima di passare ai dessert alla frutta.

IMG_1376

Ravioli di cioccolato fondente e salsa alla vaniglia Bourbon

Vini
Morsi & Rimorsi è aperto tutti i giorni a pranzo e a cena, al momento con la sola eccezione della domenica sera di riposo.

IMG_1395  

Morsi & Rimorsi
Via G.M. Bosco, 132/136 – Caserta
tel. 0823/320118
www.morsierimorsi.it  

Taverna del Capitano
Piazza delle Sirene 10/11 – Massa Lubrense, Napoli
tel. 081/8081892
www.tavernadelcapitano.it          

Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *