SLOW FOOD DAY, ALBICOCCHE VESUVIANE E OSTERIA SUMMA TERRA

Slow Food Day
Sabato 8 aprile 2017 è andato in scena in tutta Italia il consueto appuntamento annuale con lo Slow Food Day, la giornata dedicata a storie, territori e filiere produttive virtuose del settore agroalimentare.
Per l’occasione, la Condotta Slow Food Vesuvio ha scelto come location il Museo della Civiltà Contadina di Somma Vesuviana, adiacente al complesso monumentale di Santa Maria del Pozzo costituito da chiesa e convento.

IMG_0842

Complesso monumentale di Santa Maria del Pozzo

IMG_0844

L’ingresso del Museo della Civiltà Contadina di Somma Vesuviana


L’area museale, che in passato ospitava l’orto e gli antichi cellai del convento, è oggi composta da uno spazio esterno – che accoglie un orto didattico, attrezzi da lavoro e una stalla con animali -, dal Museo vero e proprio e dall’Osteria Summa Terra, parte del progetto dell’Alleanza dei Cuochi di Slow Food.

IMG_0847

Orto didattico

IMG_0858

Orto didattico

IMG_0849

Attrezzi da lavoro

IMG_0852

Cortile

IMG_0909

Fattoria didattica


Aperto nel 1995, il Museo della Civiltà Contadina “Michele Russo” raccoglie oggetti e strumenti propri della cultura contadina prima dell’introduzione delle macchine agricole, provenienti dall’area vesuviana e dalla provincia di Napoli.
Il percorso è suddiviso in varie aree tematiche, riguardanti il lavoro nei campi, gli antichi mestieri e la vita domestica.

IMG_0867IMG_0870IMG_0878IMG_0894IMG_0895cestiIMG_0911IMG_0912vita domestica
Un’intera sala è riservata al vino, con reperti relativi alla coltivazione della vite, ai metodi tradizionali di pigiatura dell’uva, fino alla conservazione e al trasporto delle botti.

vino
Un interessante spaccato etno-antropologico, un viaggio nel passato meticolosamente organizzato grazie al quale scoprire usi e costumi di un tempo (e ritrovare perfino le origini di detti e modi di dire dialettali).

Nel cortile del Museo è stato allestito un mercato con diversi produttori, mentre l’Osteria è stata scenario di un Laboratorio del Gusto dedicato all’Albicocca Vesuviana.

IMG_0853

Mercato dei prodotti vesuviani

IMG_0854

Mercato dei prodotti vesuviani

IMG_0855

Mercato dei prodotti vesuviani


Coltivata in questa zona fin dal IV secolo, l’albicocca è il frutto più diffuso nel territorio vesuviano per via delle favorevoli condizioni ambientali, in particolar modo dei terreni di origine vulcanica, ricchi di minerali.
Negli ultimi anni sul territorio sono diminuite sia le cultivar che le quantità in termini numerici.
Attualmente si riconoscono circa 40 differenti biotipi di Albicocca Vesuviana, i più comuni dei quali sono Ceccona, Palummella, S. Castrese, Vitillo, Fracasso, Pellecchiella, Portici, Boccuccia Liscia e Boccuccia Spinosa.
Le varietà più conosciute sono la Pellecchiella e la Vitillo.
La Vitillo è la più grande tra le albicocche vesuviane. È polposa, si stacca bene dall’osso e si conserva a lungo in frigorifero.
La Pellecchiella, molto saporita e profumata, è più piccola, e non ha una conservabilità altrettanto duratura.
Al gusto, la Vitillo risulta più acida, mentre la Pellecchiella è più dolce, e dotata di maggiore complessità aromatica.
La maturazione dei frutti avviene nel mese di giugno; le diverse varietà maturano in successione, fino ad arrivare all’inizio di luglio. La Pellecchiella è l’ultima a raggiungere il giusto punto di maturazione.
La Condotta Slow Food Vesuvio ha annunciato la nascita in itinere del Presidio dell’Albicocca Vesuviana, sostenuto da Ipark, progetto di promozione del territorio del Parco Nazionale del Vesuvio (per ulteriori informazioni http://www.slowfoodvesuvio.com/our-company/progetto-ipark-presidio-e-cittadinanza/).

IMG_0897IMG_0900
Presso l’Osteria Summa Terra abbiamo gustato anche lo speciale pranzo approntato per la circostanza.

IMG_0843
Il locale, inaugurato nel settembre 2016, è rusticamente aggraziato e decorato con autentici pezzi d’epoca. Le grandi vetrate rendono l’ambiente molto luminoso e consentono una piacevole vista sull’esterno.

IMG_0862

Osteria Summa Terra

IMG_0916
Prodotti freschi di stagione provenienti da fornitori di fiducia (tra i quali Vincenzo Egizio di Brusciano, Marialuisa Squitieri di Poggiomarino e Francesco Savoia di Roccabascerana), attenzione alla biodiversità del territorio, presìdi Slow Food e ricette sfiziose rendono l’esperienza gustativa molto più che piacevole.

IMG_0920

IMG_0921

Pancetta e fave fresche, Stracciata di bufala con crema di lattuga, alici di cetara e pomodoro confit

IMG_0923

Nido di scarola su chips di pane con caviale di olive nere, Tortino di patate e salsicce con cuore di provola

IMG_0928

Fusilli con salsiccia e fonduta di parmigiano

IMG_0932

Mousse di ricotta da pezzata rossa italiana con confettura di albicocca vesuviana e granella di nocciola

   

Museo della Civiltà Contadina
Piazza S. Maria del Pozzo – Somma Vesuviana, Napoli
tel. 081/5318496
www.museocontadino.com    

Osteria Summa Terra
Piazza S. Maria del Pozzo c/o Museo Contadino – Somma Vesuviana, Napoli
tel. 081/5318496
www.facebook.com/OsteriaSummaTerra    


Ulteriori approfondimenti sull’Albicocca Vesuviana http://allassaggio.it/albicocca-day/

Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!