UNO SLOW BRUNCH CON LATTE NOBILE

4-maggio
Le condizioni ideali per un brunch all’aperto: una splendida giornata di sole, cibo squisito e genuino in abbondanza e una bellissima struttura ad accogliere tanti ospiti frementi.
Il pretesto per questa gioioso incontro, avvenuto sabato 4 maggio, la presentazione di un Presidio Slow Food unico nel suo genere: il Latte Nobile dell’Appennino Campano.
Luogo scelto per l’occasione, Il Cellaio di Don Gennaro di Vico Equense, ristorante ricavato da una grotta nella roccia naturale, con un ampio spazio esterno e tantissimo verde intorno (comprendente un orto, ulivi e alberi da frutta).

IMG_3192IMG_3195
A organizzare il tutto, la Condotta “Costiera Sorrentina e Capri” guidata dall’energica Fiduciaria Filomena Petrella.

IMG_3030

Filomena Petrella


Il Latte Nobile, prodotto nell’appennino avellinese e beneventano, proviene da vacche di razza Frisona Italiana che si nutrono prevalentemente di erbe e fieni di pascolo e in parte di cereali. Dalla loro dieta sono assolutamente banditi gli organismi geneticamente modificati e le proteine animali. Le condizioni di vita libera in un ambiente incontaminato e l’alimentazione controllata conferiscono al latte caratteristiche straordinarie, sia in termini nutrizionali che di gusto. Un sapore pieno, intenso, erbaceo, non acquoso.
Inoltre questo progetto consente di sostenere i piccoli allevatori locali grazie alla filiera corta e una giusta retribuzione, ragion per cui il prezzo al consumatore è leggermente superiore rispetto a quello di mercato.

IMG_3040

Erasmo Timoteo, Slow Food

IMG_3043IMG_3153
All’evento ha partecipato lo chef vesuviano Pietro Parisi, in prima linea nel sostenere i produttori locali, nel dare valore al lavoro dei coltivatori e nel dare “un volto” a chi sta dietro ai prodotti agricoli, al di là dell’anonimato che si cela dietro alla grande distribuzione.
Parisi utilizza il Latte Nobile per realizzare degli Spalmabili Nobili e per una bibita composta, oltre che dal latte, da passito di Catalanesca e da grano Senatore Cappelli, una sorta di “pastiera liquida”.

IMG_3167

Pietro Parisi


Il brunch che ha seguito la presentazione, pur ispirandosi alla tradizione anglosassone, ha avuto connotazione decisamente di territorio, in quanto preparato con prodotti locali e ovviamente con il latte protagonista dell’incontro.

IMG_3119
Piatti salati ad opera della chef residente Mariangela de Simone, preparazioni senza glutine cucinate dall’esperta Cristina Basso, qualche stuzzicheria proposta dalla cuoca Ada Goeldlin, dolci a cura della padrona di casa Franca Di Mauro e prodotti da forno dei panifici Fontana di Castellammare di Stabia e Malafronte di Gragnano hanno allietato golosamente i presenti.
Una iniziativa buona, pulita e giusta!

IMG_3034

Franca Di Mauro

IMG_3121IMG_3045IMG_3052IMG_3060IMG_3061IMG_3070IMG_3071IMG_3073IMG_3077IMG_3082IMG_3084IMG_3090IMG_3102IMG_3115IMG_3100IMG_3056IMG_3049IMG_3046IMG_3064IMG_3105IMG_3106IMG_3128IMG_3129
IMG_3200

Cristina Basso

IMG_3096

Pane senza glutine

IMG_3093

Cantuccini senza glutine


Le informazioni sul Latte Nobile sono reperibili sul sito http://lattenobile.it/

IMG_3143


Il Cellaio di Don Gennaro
Via Raffaele Bosco,92 – Vico Equense, Napoli
tel. 081/8798713
Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!