ECCO FACEFOOD, LO STUDIO TELEVISIVO VIRTUALE NEL MONDO DEL FOOD


Uno studio televisivo catapultato in un ristorante, in una pizzeria, in un luogo del gusto?
Non è una chimera, ma una possibilità reale!
O meglio, sarebbe più corretto dire “realistica”.
Lo studio televisivo in questione, infatti, entra sì in vari locali, ma senza l’ingombro di scrivanie e attrezzature pesanti. A fare la magia ci pensa un sistema virtuale portatile racchiuso in una valigetta, che non solo è in grado di riprodurre perfettamente le fattezze di un set, ma consente anche l’interazione tra personaggi appartenenti ai due mondi del reale e del digitale.

L’idea è del noto attore partenopeo Lino D’Angiò, che ha voluto andare al di là del classico show in una location non abitualmente deputata allo scopo, creando addirittura un nuovo format grazie alla tecnologia.
Questo originale progetto prende il nome di FaceFood, vale a dire un programma televisivo in diretta visibile attraverso la popolare piattaforma Facebook.
Un modo diverso per vivere il cibo.

Lo studio virtuale di FaceFood


La presentazione di FaceFood per la stampa è avvenuta alla fine di settembre a Napoli presso La Locanda del Profeta.

Lino D’Angiò e Laura Gambacorta

Lino D’Angiò, Simone Profeta e Laura Gambacorta


Con l’ausilio del green screen e del suo fido assistente tecnico Carmine, Lino ha messo in piedi una simulazione di spettacolo, “collegandosi” con alcuni dei personaggi che è solito interpretare (dal Presidente De Laurentiis al Mister Ancelotti, dal Governatore De Luca a Maurizio Costanzo con la sua rubrica di cucina dal titolo “Leccatevi i baffi”, fino alla parodia di Antonino Cannavacciuolo e del suo programma “Cucine da incubo” diventati rispettivamente Caccavacciuolo e “Cucino da incubo”) e dando voce ai loro “autorevoli” pareri culinari.

Il collegamento con il Presidente De Laurentiis


Un’esperienza davvero credibile e coinvolgente per gli spettatori, i quali, nel corso degli eventi veri e propri, potranno seguire e condividere il programma attraverso i propri dispositivi telefonici.
Le dirette saranno trasmesse sulle pagine Facebook dei locali ospitanti, sulla fanpage di FaceFood e sui profili di Lino D’Angiò.
Non ci sarà una scaletta degli spettacoli, sarà tutto basato sull’improvvisazione!
A dare man forte a D’Angiò nelle esibizioni in giro per locali ci sarà l’esperta di food Laura Gambacorta, che curerà l’aspetto enogastronomico degli appuntamenti.

In occasione dell’anteprima, Simone Profeta ha offerto un assaggio dei suoi piatti.

Simone Profeta


Tre nuovi ingressi in menu, in versione finger: Spaghetti di zucchine con spuma di provolone del Monaco e centrifuga di basilico; Pancetta, vellutata di friarielli e mandorle tostate; Patata quadrata, alici, ricotta di bufala al limone e lattuga di mare.

Spaghetti di zucchine con spuma di provolone del Monaco e centrifuga di basilico

Pancetta, vellutata di friarielli e mandorle tostate

Patata quadrata, alici, ricotta di bufala al limone e lattuga di mare


Poi, alcuni classici della Locanda: Cupola di gamberi blu della Nuova Caledonia ripiena di tartara di tonno, mozzarella, olive verdi e salsa di blu curaçao; Tagliolini, burro e tartufo nero (dal profumo estasiante!) e la mitica Cotoletta alla milanese (di cui abbiamo raccontato qui).

Cupola di gamberi blu della Nuova Caledonia ripiena di tartara di tonno, mozzarella, olive verdi e salsa di blu curaçao

Tagliolini, burro e tartufo nero

Cotoletta alla milanese

Babà sferico con zuppetta di frutta esotica


Il debutto ufficiale del format FaceFood per il pubblico avverrà venerdì 5 ottobre presso il ristorante Il Moera di Avella.
Finalmente un momento di libero sfogo per gli irriducibili del telefonino a tavola!


La Locanda del Profeta
Vico Satriano, 8c – Napoli
tel. 081/2455057
www.lalocandadelprofeta.it


FaceFood

www.facebook.com/Facefood-295539034388637

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *