DA ASSAGGIATRICE AMATORIALE AD ASSAGGIATRICE ONAF

', enableHover: false, enableTracking: true, buttons: { twitter: {via: ''}}, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('twitter'); } }); $('#facebook').sharrre({ share: { facebook: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, buttons:{layout: 'box_count'}, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('facebook'); } }); $('#googleplus').sharrre({ share: { googlePlus: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, buttons:{size: 'tall'}, urlCurl: 'https://allassaggio.it/wp-content/plugins/hueman-addons/addons/assets/front/js/sharrre.php', click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('googlePlus'); } }); // Scrollable sharrre bar, contributed by Erik Frye. Awesome! var $_shareContainer = $(".sharrre-container"), $_header = $('#header'), $_postEntry = $('.entry'), $window = $(window), startSharePosition = $_shareContainer.offset(),//object contentBottom = $_postEntry.offset().top + $_postEntry.outerHeight(), topOfTemplate = $_header.offset().top, topSpacing = _setTopSpacing(); //triggered on scroll shareScroll = function(){ var scrollTop = $window.scrollTop() + topOfTemplate, stopLocation = contentBottom - ($_shareContainer.outerHeight() + topSpacing); $_shareContainer.css({position : 'fixed'}); if( scrollTop > stopLocation ){ $_shareContainer.css( { position:'relative' } ); $_shareContainer.offset( { top: contentBottom - $_shareContainer.outerHeight(), left: startSharePosition.left, } ); } else if (scrollTop >= $_postEntry.offset().top - topSpacing){ $_shareContainer.css( { position:'fixed',top: '100px' } ); $_shareContainer.offset( { //top: scrollTop + topSpacing, left: startSharePosition.left, } ); } else if (scrollTop 1024 ) { topSpacing = distanceFromTop + $('.nav-wrap').outerHeight(); } else { topSpacing = distanceFromTop; } return topSpacing; } //setup event listeners $window.scroll( _.throttle( function() { if ( $window.width() > 719 ) { shareScroll(); } else { $_shareContainer.css({ top:'', left:'', position:'' }) } }, 50 ) ); $window.resize( _.debounce( function() { if ( $window.width() > 719 ) { shareMove(); } else { $_shareContainer.css({ top:'', left:'', position:'' }) } }, 50 ) ); });

Potrebbero interessarti anche...

8 Risposte

  1. Ornella Martellato ha detto:

    Gent.a Daniela, dovrò affrontare l’esame di assaggiatore di formaggi tra una ventina di giorni, puoi dirmi in che modo si svolge? Ci sono domande aperte e di che tipo? Che consigli,puoi darmi?
    Grazie mille per l’eventuale risposta.
    Ornella Martellato

    • allassaggio ha detto:

      Salve Ornella, l’esame scritto è costituito da una ventina di domande.
      La maggior parte sono a scelta multipla, quindi devi indicare la risposta esatta tra le tre proposte.
      Altre invece sono a risposta aperta. Solitamente viene chiesto di indicare alcune tipologie di formaggi (es. a pasta molle, a pasta dura o semidura), o qualche abbinamento con il vino, cose del genere.
      Keep calm e in bocca al lupo 🙂

  2. Flavia ha detto:

    IL PROSSIMO 5 GIUGNO DOVRO’ SOSTENERE ANCH’IO L’ESAME. SONO SINCERAMENTE PREOCCUPATA NEL SENSO CHE NON RIESCO A CAPIRE QUALE DEVE ESSERE IL LIVELLO DI STUDIO/PREARAZIONE.
    PER ME CHE SEMPLICEMENTE CURIOSO…IL CAMPO E’ PARECCHIO AMPIO E NON SEMPLICE.
    TI SONO GRATA PER EVENTUALI CONSIGLI IN MERITO.
    Flavia

    • allassaggio ha detto:

      Ciao Flavia,
      effettivamente il programma è abbastanza ampio.
      L’esame tocca tutti gli argomenti trattati durante il corso, quindi c’è almeno una domanda per ogni capitolo del libro.
      Perciò occorre una buona lettura dell’intero volume.
      In merito alle domande, ti ripeto quello che ho già scritto precedentemente a Ornella, ossia che sono circa 20, quasi tutte a scelta multipla, tranne alcune che sono a risposta aperta.
      Io ho trovato utile imprimere bene nella memoria la classificazione dei formaggi in base ai suoi molteplici aspetti, ovvero in base al tipo di latte, al contenuto di grasso, alla stagionatura, alla coagulazione, alla cottura della pasta, alla struttura della pasta, alla lavorazione della pasta e ai trattamenti della crosta, associando qualche tipologia a ognuna di queste caratteristiche.
      In bocca al lupo, e poi facci sapere com’è andata 🙂

      • Flavia ha detto:

        Grazie di cuore….è un mondo fantastico!
        A presto
        Flavia

        • allassaggio ha detto:

          Hai ragione, io ne sono rimasta così affascinata da aver proseguito il percorso, diventando Maestro Assaggiatore Onaf.
          Ti consiglio anche un giro al Cheese, la manifestazione di Slow Food che si svolge a Bra ogni due anni (la prossima a settembre 2019): un’esperienza formativa e molto divertente.
          Ciao!

  3. Flavia ha detto:

    Buongiorno Daniela,
    ho superato ieri sera l’esame di 1^ livello. Sono davvero soddisfatta….il treno prosegue il suo viaggio, c’è ancora tantissimo da conoscere e imparare.
    Ho preso nota dell’evento che mi hai segnalato e se ci fosse altro di interessante, è gradito ogni tuo suggerimento.
    Ciao
    Flavia

    • allassaggio ha detto:

      Congratulazioni Flavia!
      Oltre al Cheese, ti segnalo anche le manifestazioni Käse Festival a Campo Tures, provincia di Bolzano (a marzo 2020) e Formaggio in Villa (ogni anno nel mese di aprile, in Veneto). Ogni mese pubblichiamo un elenco di eventi golosi, se ci segui troverai anche altre informazioni. Buona giornata e ancora complimenti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close