ALL’ASSAGGIO DI… SENIGALLIA

senigallia

Un’altra vacanza in giro con l’auto, io e Max.
Cinque regioni italiane in undici giorni, alla scoperta di luoghi, sensazioni e sapori.
Un viaggio da vivere giorno dopo giorno, con poche tappe prefissate e solo qualche idea di fondo, ma con tanta voglia di abbandonarsi alle sorprese.

Il nostro percorso esplorativo ha avuto inizio nelle Marche, terra ricca di arte e di storia.

Prima sosta, Ascoli Piceno, la “città di travertino”, dall’affascinante centro storico in cui spicca la rinascimentale Piazza del Popolo.
Qui i principali punti di interesse enogastronomico sono due: lo storico Caffè Meletti – uno dei locali più antichi d’Italia – che si affaccia proprio sulla principale piazza cittadina, e la gastronomia Migliori, sita nella vicina Piazza Arringo.

IMG_8610

Piazza del Popolo, Ascoli Piceno


È quasi superfluo ricordare che le specialità più note della gastronomia ascolana sono le olive fritte.
Il chiosco Migliori offre un gustoso ed esauriente assortimento di fritti ascolani: olive farcite (classiche con carne, o con pesce, o aromatizzate al tartufo), cremini, bocconcini di farro con salsiccia… 4 euro per un cartoccio di bontà da portare via.
Le olive all’ascolana sono preparate con olive fresche della varietà Ascolana Tenera.
Sono inoltre disponibili anche panini con formaggio fritto e con porchetta ascolana.

IMG_8600

Cattedrale di Sant’Emidio, Ascoli Piceno

IMG_85911

Piazza Arringo, Ascoli Piceno

IMG_8574

Migliori

IMG_8578

Cartoccio di fritto misto

IMG_8580
IMG_8585

Oliva all’ascolana

IMG_8587

Bocconcino di farro con salsiccia

IMG_8590

Oliva ripiena di carne aromatizzata al tartufo, panata con pane nero


Dopo lo spuntino, è piacevole godersi una pausa al Caffè Meletti, dove si può gustare l’Anisetta Meletti, un liquore a base di anice che proprio qui è nato e viene prodotto da più di un secolo.
L’elegante caffetteria, annoverata nell’elenco dei Locali storici d’Italia, è situata in una graziosa palazzina liberty, ed ha begli interni in legno (tra i quali risalta una scala a chiocciola intarsiata), tavolini in marmo e soffitti affrescati.

IMG_8603

Caffè Meletti, Ascoli Piceno

IMG_8606IMG_8608IMG_8604

Ma la tappa enogastronomica marchigiana più ambita non può che essere Senigallia, patria di due dei più rinomati chef italiani: Moreno Cedroni e Mauro Uliassi.
E noi, che non ci facciamo mancare niente, li abbiamo testati entrambi 😉

Senigallia

Senigallia


Partiamo dal primo, andando rigorosamente per ordine alfabetico.
Moreno Cedroni, istrionico chef-imprenditore, inventore del “susci” all’italiana e ideatore di una linea di prodotti inscatolati d’eccellenza con la sua griffe (conserve di pesce, sughi, salse agrodolci, marmellate, confetture, sali, pepi, energy drinks, pasta…), è proprietario di ben tre locali nel giro di pochi chilometri sulla riviera adriatica: Madonnina del Pescatore, ristorante insignito di due stelle Michelin, sul lungomare di Marzocca di Senigallia; Clandestino, susci bar a Portonovo, nel Parco del Conero, e Anikò, salumeria ittica, nel centro di Senigallia.

L’esperienza al Clandestino ha un che di magico. Il solo arrivarci è già una piccola impresa, nascosto com’è. Una piccola spiaggia alla fine di tante curve, e lì una sorta di palafitta di legno a picco sul mare.
Tavolini sulla sabbia o all’interno, con affaccio sull’acqua, e il rumore delle onde che si infrangono a fare da sottofondo. All’ora del tramonto la vista è straordinaria.
Un menu tutto giocato sul pesce crudo o scottato, con piatti storici e novità dell’annata in corso. Piatti nei quali il contrasto dei sapori porta a un equilibrio complessivo, e che riescono a schiudere tutti i sensi.

Da segnalare la decisione di Moreno Cedroni di ridurre l’uso del tonno rosso a favore del tonno bianco o alalunga, in ottica di sostenibilità ambientale.

Queste le nostre scelte:

IMG_8642
IMG_8623

Capesante bruciacchiate con purea di patate emulsionata all’olio extravergine (2000)

IMG_8639

Lasagnetta al salmone, polvere di yuzo, maionese di rapa rossa e salsa al cocco e lime (2013)

IMG_8632

Fish and chips, crocchetta al limone, mostarda al mandarino (2013)

IMG_8625

Roast beef con tonno bianco, topinambur al forno, salsa di sedano rapa (2013)

IMG_8646

Il tocco di Mida, gelato al curry, ananas, gelatine al whisky, marmellata pink lady e acqua al lemongrass e passion fruit

IMG_8655

Gelato all’anice stellato, yogurt di capra, streusel al lampone e nocciolina sabbiata

IMG_8660IMG_8666IMG_8676
 
Filosofia molto simile si rincontra all’Anikò (“di tutto un po’” in dialetto senigalliese), il ritrovo cittadino.
Un bancone di legno all’angolo di piazza Saffi, nato come punto vendita per i salumi ittici di Cedroni (gli affettati di pesce, per i quali è giustamente famoso, come la bresaola di tonno o la ricciola affumicata), dove si può mangiare ad ogni ora. Crudi e marinati di mare su tutti, ma anche piatti cotti, panini e dolcezze. Una gastronomia veloce, con specialità da consumare sul posto o da passeggio.

Noi abbiamo provato un po’ di tutto; tra l’altro, mentre si mangia si susseguono continuamente anche “assaggini” vari.

Per la gioia dei gastro-feticisti, i panini sono serviti in una scatola griffata 😉

Qui inoltre si possono acquistare tutti i prodotti a marchio Moreno Cedroni.

Da appassionata di mortadella, ho scoperto il felicissimo connubio con pere, cioccolato e gorgonzola!

IMG_8765

Anikò, Senigallia

IMG_8766
IMG_8737

Crostini con ricotta e confetture MC e Polentine con salsa ai lamponi

IMG_8773

Ricciola affumicata

IMG_8745

Frittatina ai frutti di mare

IMG_8748

Polentina con vongole

IMG_8769

Insalata di baccalà con la sua maionese senza uovo

IMG_8778

Happy toast con salmone, provola affumicata e zucchine

IMG_8780

Spezzatino di tonno con patate, salsa al pomodoro leggermente speziata

IMG_8784

Sorbetto al mandarino

IMG_8759

Cassata all’italiana con salsa al lampone

IMG_8753

Crostata del giorno con confettura MC e gelato al tè earl grey

IMG_8788
IMG_8792

Panino con mortadella Pasquini, pere, cioccolato e gorgonzola


La “Madonnina” per il momento è rimasta fuori dalle nostre incursioni; può essere utile sapere che il ristorante propone un alquanto abbordabile menu degustazione solo a pranzo a 60 euro.

IMG_8763

Passiamo all’altra star cittadina, Mauro Uliassi.
Il suo ristorante bistellato si trova proprio alla fine della Banchina di Levante a Senigallia.

Noi abbiamo approfittato del Set Lunch, la proposta per il pranzo dei giorni feriali: 2 piatti dal menu del giorno a 32 euro, in versione terra o mare, con la possibilità di piatti aggiuntivi e bevande a prezzi altrettanto contenuti. Un modo efficace per avvicinare il pubblico alla ristorazione di alto livello.

Il locale è immacolato, con terrazza esterna dritta sulla spiaggia. In sala, la professionale Catia Uliassi, sorella dello chef (che, gentilissimo, è venuto a salutare tutti i clienti ai tavoli).

L’esperienza gustativa è totalizzante. È proprio vero che la bravura si vede nei piatti apparentemente più semplici: meno sono gli ingredienti, tanto più la realizzazione deve essere impeccabile!

I piatti di Mauro Uliassi meritano un’ovazione, per esecuzione, eccellenza della materia prima, persistenza dei sapori, e, perché no, generosità nelle porzioni!
Come dimenticare la sugosità, la scioglievolezza e l’intensità dei suoi spaghetti con vongole e fiori di zucca?!?

IMG_8730

Uliassi Cucina di Mare, Senigallia

IMG_8682

Catia Uliassi

IMG_8683

Grissini al grano arso e al parmigiano

IMG_8685

Pani della casa

IMG_8681

Pani della casa

IMG_8699

Spaghetti con vongole e fiori di zucca

IMG_8692

Tagliolini con sugo di lepre

IMG_8713

Seppie giovani arrostite sporche con patate

IMG_8702

Agnello alla marchigiana

IMG_8720

Meringa di ananas, sorbetto alla fragola, cocco e mou al rum

IMG_8727

Il Tirami…Su


L’ultimo suggerimento per qualche intermezzo durante il soggiorno a Senigallia è il Lab American bar. Cocktails a regola d’arte accompagnati da sfizioserie come focacce, cubetti di porchetta e alici fritte.

Le nostre scorribande marchigiane ci hanno dato prova che è possibile mangiare benissimo senza spendere un capitale. E il viaggio continua… 😉
 
P.S. Sarà mica un caso che lo stabilimento balneare convenzionato con il nostro hotel era il “Bagno Maria”? 😀

 
Migliori
Piazza Arringo, 2 – Ascoli Piceno
tel. 0736/250042
 
Caffè Meletti
Via del Trivio, 56 – Ascoli Piceno (Piazza del Popolo 18/22)
tel. 0736/255559
 
Anikò
Piazza Saffi, 10 – Senigallia, Ancona
tel. 071/7931228
 
Clandestino
Baia di Portonovo, Ancona
tel. 071/801422
 
Uliassi Cucina di Mare
Banchina di Levante, 6 – Senigallia, Ancona
tel. 071/7930780
 
Lab
Via Ottorino Manni, 25 – Senigallia, Ancona
tel. 071/7926659
 
Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!