TERRITORI DA GUSTARE ALLA MASSERIA GUIDA

Territori da gustare
Forse non tutti sanno che il territorio vesuviano non solo è straordinariamente fertile, ma offre anche uno spettacolo capace di appagare tutti i sensi.
Il press tour di lunedì 27 febbraio svoltosi alle pendici del Vesuvio è stato una vera e propria full immersion enogastronomica, che ha mostrato quest’angolo verdissimo e fecondo in tutto il suo splendore.
A riunire i rappresentanti della stampa partenopea, la prima edizione di Territori da gustare, percorso degustativo organizzato da Laura Gambacorta e Fabio Oppo presso Masseria Guida al quale hanno preso parte quaranta aziende produttrici.
Prima dell’apertura ufficiale dei banchi di degustazione, noi giornalisti e blogger abbiamo avuto il tempo di visitare la struttura.

logo Masseria Guida
Attiva dalla primavera del 2016, Masseria Guida è dominata da un casale ottocentesco (serbante ancora al suo interno tracce del passato, come un pozzo e un antico torchio), che comprende alcune camere, un ristorante alla carta con circa 50 coperti e un altro ristorante più piccolo leggermente distaccato, La Casa del Massaro, incentrato sui piatti della tradizione e il cui chef è Angelo Falanga (ex Mimì alla Ferrovia).

IMG_9730

Il pozzo della Masseria

IMG_9715

L’antico torchio

IMG_9713

Il ristorante della Masseria Guida

IMG_9723

La Casa del Massaro

IMG_9728
Intorno all’immobile, un grande appezzamento di terreno in cui si coltivano erbe aromatiche e ortaggi (tra i quali il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio Dop), un vigneto urbano e tanti alberi da frutta, compresa l’albicocca “pellecchiella”, varietà tipica vesuviana.
Di prossima apertura, la Spa con percorsi d’acqua, un maneggio e una braceria texana.
Nonostante la giornata di fine inverno, il giardino era invaso da un’esplosione di fiori coloratissimi, mentre dall’orto spuntavano cavoli ed altre verdure a foglie.

IMG_9711IMG_9718s IMG_9716
Sotto al ristorante centrale si trova un angolo salumeria dal pavimento trasparente che lascia intravedere la cantina con le sue 2000 bottiglie. Qui solitamente sono serviti taglieri di salumi e formaggi insieme agli ortaggi prodotti nella masseria.
In occasione dell’evento, il bancone è stato occupato dal maestro cortador Juan José Herrero, che ha tagliato a mano una selezione di prodotti dell’azienda Emiliano García: Jamón Ibérico Bellota Reserva Especial con 62 mesi di stagionatura (prosciutto iberico della migliore qualità ricavato da maiali di razza pura alimentati esclusivamente con ghiande), Lomo (lonza) e Chorizo (salsiccia preparata con sale, paprika, aglio e origano).
Salumi realizzati attraverso lavorazione artigianale, di una scioglievolezza indescrivibile.
In abbinamento, Champagne Carte Blanche Brut Jean Michel.

IMG_9733

Il maestro cortador Juan José Herrero

IMG_9741IMG_9751IMG_9776IMG_9785IMG_9790IMG_9767 IMG_9760
Per continuare sul filone delle bollicine, il delegato Ais Napoli Tommaso Luongo ha proposto uno Champagne-MOB dedicato alla maison Jean Michel.
Con gli occhi bendati, abbiamo potuto fare affidamento solo sul nostro olfatto per riconoscere i tre vitigni tradizionali con cui si assembla lo champagne: Pinot noir, Chardonnay e Meunier. Un giocoso volteggiare tra note floreali e fragranze fruttate.

Il resident chef Basilio Avitabile ha proposto un pranzo esplicativo della cucina della Masseria, caratterizzata da sapori della tradizione rielaborati in chiave moderna, prodotti tipici e a chilometro zero.
In sala, il sommelier Daniele Briola e il maître Antonio Granata.

IMG_9802

Laura Gambacorta e Basilio Avitabile

IMG_9788

Ostrica Spritz (ostrica Belon, fondo di sale, spritz e spuma di limoni)

IMG_9795

Sgombro in olio cottura, salsa di mandorle, polvere di scarole, mango e Jack Daniel’s

IMG_9796

Fettuccelle solo tuorli con alga di mare, seppioline, pomodorini e profumo di arancia

IMG_9799

Pancia e costina di agnello laticauda, cipollotto, cavolo, verza e mela annurca

IMG_9809

Il sasso della masseria (cioccolato in diverse consistenze e con diverse percentuali di cacao e passion fruit), opera della pasticcera Gelsomina Manna

IMG_9812

Dolcezze di fine pasto


In abbinamento: Champagne Blanc de Chardonnay millesimè Jean Michel, Champagne Blanc de Meunier millesimè Jean Michel, Champagne Cuvée Spéciale Rosé millesimè Jean Michel.

IMG_9807

Il team della Masseria Guida con gli organizzatori dell’evento


Nel pomeriggio, l’evento vero e proprio, con l’apertura del percorso di degustazione.

IMG_9747

Gli organizzatori Fabio Oppo e Laura Gambacorta


Tantissime le aziende tra le quali spaziare, sia in ambito food che beverage, con referenze provenienti da tutta Italia.
Soffermarsi su ognuna sarebbe impossibile; citiamo, ad esempio, Donna Francesca, brand interamente in mani femminili che produce le pregiatissime mandorle Filippo Cea, olio extravergine d’oliva e altri tipici pugliesi, il toscano Antico Pastificio Morelli, produttore di pasta al germe di grano, e l’azienda biologica cilentana Di Lucia che lavora e trasforma artigianalmente prodotti ittici come ricciola, tonno, alici e pesce spada.
Un viaggio da gustare, assaggio dopo assaggio.

ProdottiBevande
Il patrimonio enogastronomico italiano è ricchissimo, e tutto da esplorare.
Nel nostro piccolo, continuiamo con l’impegno di promuovere il nostro territorio di appartenenza, la Campania: variegato, generoso e non ancora utilizzato in tutte le sue potenzialità.


Masseria Guida
Via Cegnacolo, 55 – Ercolano, Napoli
tel. 081/7716863
www.masseriaguida.com
Aperto a cena da martedì a venerdì; il sabato aperto a pranzo e a cena; domenica aperto solo a pranzo.
Menu degustazione a partire da 45 euro.

La Casa del Massaro
Aperto a pranzo e a cena; chiuso il martedì.

Elenco aziende partecipanti:

Thun mieli – Trentino

Casa Corneli legumi Bio – Umbria

Inserbo conserve Bio – Campania

Donna Francesca mandorle – Puglia

Di Lucia ittici – Campania

Consorzio Latte Nobile Scaramurè – Campania

TartufLanghe – Piemonte

Forno Guarino – Campania

Di Ciaccio specialità dolciarie – Lazio

Antico Pastificio Morelli – Toscana

Azienda agricola Il Moera – Campania

Masseria Guida – Campania

Cioccolato Zeno – Campania

San Comaio olio – Campania

Gennaro Aprea salumi – Basilicata

Emiliano Garcia jamon – Spagna

Luigi Tecce – Campania

Santiquaranta – Campania

Tenuta Ciampi – Campania

Sullo – Campania

Antichi Coloni – Campania

Tenuta Russo Bruno –  Campania

Petrucciano – Campania

Azienda Bio Palma Raffaele – Campania

Azienda agricola Stefania Barbot – Campania

Casa Setaro – Campania

GustaCampania – Campania

Azienda Agricola Bio Ciu Ciu – Marche

Azienda Agricola Feudo Luparello – Sicilia

Mastrodomenico – Basilicata

Azienda Agricola Pelissero – Piemonte

Venegazzù Spa – Veneto

Uccellaia – Emilia Romagna

Vetrere – Puglia

Fresh – Campania

Casolaro Hotellerie – Campania

Saint John’s Bier – Campania

Acqua San Pellegrino – Lombardia

Cigar Club Napoli “Hoyo de Monterrey” – Campania

 

Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *