AL TUNA RESTAURANT DI BACOLI PESCE FRESCO QUOTIDIANO

Tuna

Si fa presto a dire “pesce fresco”. Talvolta andare in cerca di un posto che serva un buon piatto di mare la cui materia prima sia indiscutibile può rivelarsi un’impresa di dimensioni titaniche.

E se vi dicessimo che, direttamente affacciato sul porticciolo di Bacoli, c’è un locale quotidianamente rifornito di pesce freschissimo, con diversi procacciatori per le varie specie ittiche?

Tuna è un piccolo ristorante flegreo che riporta i colori del mare nel suo arredo. Una ventina di coperti all’interno, circa il doppio all’esterno, quando il tempo lo consente.

IMG_7126

Il porticciolo di Bacoli


Tale è l’amore per il mare dell’ex titolare Giovanni Perreca, che ha deciso di mollare tutto e dedicarsi solo alla pesca, restando comunque uno dei fornitori del locale.
Da qualche mese alla gestione è subentrato il giovane Alessandro Costigliola, che ha formato un nuovo team di lavoro capeggiato in cucina dallo chef Giulio Radice.

IMG_7154

Giulio Radice e Alessandro Costigliola


Nei piatti, quindi, mare a tutta forza, abbinato a prodotti dell’orto curato dallo chef stesso. 

IMG_7146

Orata di mare

IMG_7148

Erbe aromatiche dello chef


Il pesce è tutto di provenienza locale, da Capo Miseno, Capri, Procida e Monte di Procida.
Tutti fidatissimi i pescatori: oltre a Giovanni, c’è Biagio che si occupa dei tartufi di mare, poi Salvatore che è l’esperto dei ricci, e così via. Nessun passaggio intermedio al mercato, l’acquisto è diretto alla fonte.
È ovvio quindi che il menu cambi quasi ogni giorno. I punti fermi restano la freschezza del pescato e il piatto simbolo sempre presente in carta, ovvero gli spaghetti con i ricci. Così come i frutti di mare crudi, altra risorsa vincente che qui non manca mai.

Nelle giornate fortunate, è possibile trovare una chicca della zona, ovvero le Sfere di mare, una sorta di mix tra ostriche e cozze. Callose, dall’odore molto intenso, sono meno viscide e ferrose rispetto alle ostriche, sicuramente da provare.

IMG_7158

Sfere di mare

IMG_7172

Sfere e tartufi di mare crudi


L’offerta punta molto sugli antipasti, proposti in una serie di sei che variano di volta in volta, e terminano con la pancetta di tonno macerata su pietra vulcanica, servita incandescente a tavola.

IMG_7168

Tartare di tonno con menta, limone e noci; Raviolo di scampo con ricotta di fuscella; Sformato di polpo con dadolata di patate al forno

IMG_7175

Baccalà fritto con vellutata di cavolfiore viola; Pesce bandiera scottato su letto di friarielli; Gamberetti rosa di Procida con sale e pepe

IMG_7179

Pancetta di tonno macerata su pietra vulcanica con alloro, rosmarino e timo


Di buona fattura anche i primi; oltre ai già citati spaghetti con i ricci, qui è possibile trovare mezze maniche con granchio fellone, gnocchetti con frutti di mare e pesto di rucola, o con pesce spada e melanzane.
Ottimi i mezzi paccheri con l’occhiobello, un pesce di fondale dalla carne bianchissima.

IMG_7198

Spaghetti con i ricci

IMG_7186

Mezzi paccheri con Occhiobello


Per i secondi non c’è che l’imbarazzo della scelta. Anche i dolci sono a cura dello chef.

IMG_7203

Orata con patate al limone


In crescita la carta dei vini, con etichette prevalentemente locali.

Il rapporto qualità/prezzo è decisamente conveniente: si viaggia intorno ai 30 euro.

Ingredienti freschissimi, una location intima con vista sul mare e un’accoglienza familiare: largo ai giovani di buona volontà!

IMG_7155

Lo staff del Tuna



Tuna
Via della Shoah, 33 – Bacoli, Napoli
tel. 081/5235646

 
ENGLISH VERSION
It’s easy to say “fresh fish”. Sometimes go looking for a place that serves good foods prepared from fish, whose ingredients are indisputable, may be an operation of titanic proportions.
What if we told you that, overlooking the harbor of Bacoli, there is a restaurant where fresh fish is stocked daily – for each species – from different suppliers?
Tuna is a small restaurant showing the colors of the sea in his furniture. About twenty covers inside, about forty outside when the weather allows.
Such is the love for the sea of the former owner Giovanni Perreca, who decided to drop everything and devote himself to fishing, while remaining one of the restaurant’s suppliers. For several months the management has taken by the young Alessandro Costigliola, who formed a new team headed by the chef in the kitchen Giulio Radice. In the dishes, then, the sea in full force, combined with vegetables produced by the chef himself. The fish is all locally sourced from Capo Miseno, Capri, Procida and Monte di Procida. Fishermen are all trustworthy: in addition to Giovanni, there is Biagio which deals with clams, then Salvatore who is the expert of sea-urchins, and so on. No intermediate step to the market, the purchase is directed to the source. It is therefore obvious that the menu changes almost daily. The key points are the freshness of the fish and the signature dish, always present in the menu: spaghetti with sea-urchins. As well as raw seafood, another resource here that never fails. On lucky days, you can find a gem of the area, the Sea balls, a sort of mix between oysters and mussels. Calloused, with a very intense smell, are less slimy and ferrous compared to oysters, definitely worth trying.
The offer is focusing on appetizers, proposed in a series of six that vary from time to time, and end with the tuna bacon macerated on volcanic stone, served incandescent at the table.
Also pasta dishes are well made; in addition to the aforementioned spaghetti with sea-urchins, here you can find mezze maniche with crab, gnocchi with seafood and arugula pesto, or with swordfish and eggplant. Excellent paccheri with“occhiobello”, a bottom fish from the white meat.
For the second courses, you are spoilt for choice. Even the desserts are prepared by the chef.
The wine list is growing, mainly with local labels. You get good value for money: for a full meal you spend about 30 euro.
Fresh ingredients, an intimate location with sea-view and a friendly welcome: make way for the young people of good will!


Aggiornamento: La collaborazione con lo chef Giulio Radice è terminata nel 2015.
Print Friendly

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!